by Carmela Lo Presti
  • Meditazione per questi tempi

    Inserito il 14 marzo 2011

    Carissimi,

    in questi giorni di guerra e di catastrofi naturali ho riflettuto molto su quello che possiamo fare sul piano energetico e spirituale, oltre a quello che la nostra coscienza  ci suggerirà di fare sul piano pratico (donazioni, volontariato, ecc.) io e tutti coloro che possono riconoscersi in una situazione di sostanziale pace a confronto di  quanto  in questi giorni stanno vivendo migliaia di esseri umani.

    Non è la prima volta che vi invio un invito a meditare per Madre Terra o per la Pace nel Mondo.

    Lo faccio ancora, facendo una riflessione prima, che consente di comprendere meglio il senso della particolare Meditazione.

    Per quel che ne “so” dagli studi e dalle letture fatte e dal mio proprio “sentire”, tutti gli Esseri di Luce, compresi gli Angeli, intervengono sul piano umano solo su “richiesta”: diversamente limiterebbero una delle leggi più importanti che “regola” il nostro percorso evolutivo e di risveglio, il LIBERO ARBITRIO. Ognuno di noi può richiamare nella propria vita, per se stesso, la presenza di queste realtà spirituali, ma non può farli entrare nella vita degli altri, se questi altri non ne fanno richiesta.

    Ora, riflettiamo un attimo:

    §         Le condizioni del Pianeta, il suo benessere e la sua stabilità, la sua evoluzione armoniosa toccano direttamente la vita di ciascuno di noi, il nostro benessere, la nostra stabilità, la nostra evoluzione…

    §         La mancanza di libertà di altri esseri umani, le dittature, le guerre di liberazione, la morte di innocenti, riguardano ognuno di noi “negli altri” (sono certa che capirete cosa intendo dire)…

    §         Per i morti delle guerre di Liberazione di questi giorni e di tutti i giorni, per i morti delle catastrofi naturali di questi giorni e di tutti i giorni, sento profondamente vere queste parole che  ho letto proprio ieri: “Ci vogliono – diceva [si riferisce al Cristo] – esseri capaci di creare eventi che disturbano, ci vogliono dei ribelli per mandare in frantumi continuamente la pseudo-armonia del sonno dell’anima di chi, per tutta la vita, si crede ‘sul buon cammino’. Uomini così, spesso, durante la loro vita non creano la pace, ma preparano la strada per una pace diversa, per coloro che verranno dopo di loro; forzano i dormienti alla crescita… Sono quelli che fanno avanzare i Tempi, e partoriscono una nuova coscienza”. (Tratto da Daniel Meurois Givaudan, I primi insegnamenti del Cristo, Edizioni Amrita, 2007)…

    §         Se sentiamo che è così, che queste parole sono vere per noi, allora quando sentiamo o leggiamo di questi morti, riconosciamo loro questo straordinario ruolo, ringraziamoli dal più profondo della nostra anima per la loro scelta, impegniamoci a svegliarci e a mantenerci svegli nella nostra quotidianità in modo da non rendere vana la loro scelta di portare luce ed evoluzione sul pianeta.

    §         E chiediamoci:

    • Per quanto tempo ancora ho bisogno di questi scossoni per svegliarmi?
    • Per quanto tempo ancora ho bisogno di questi scossoni per riconoscere che siamo tutti in rete, interconnessi gli uni agli altri?
    • Per quanto tempo ancora ho bisogno di questi scossoni per riconoscere che la mia rabbia di oggi con il collega di lavoro, il vicino, il figlio, il partner fomenta la guerra sul Pianeta?
    • Per quanto tempo ancora ho bisogno di questi scossoni per riconoscere che la mia pace di oggi, di questo istante, alimenta la pace sul Pianeta?
    • Per quanto tempo ancora ho bisogno di questi scossoni per imparare che siamo responsabili gli uni degli altri e di questa Terra?

    §         Se a questo punto ce la sentiamo, possiamo affermare con tutto il cuore, con tutta l’anima e la mente “Io scelgo e metto in atto tutta la mia volontà per Essere, ogni giorno sempre di più, la più alta manifestazione di Chi Sono Veramente, verso me stesso, gli altri e Madre Terra.”

    Dopo queste riflessioni ecco la Meditazione che vi propongo.

    Può essere divisa in tre parti, rispetto alle visualizzazioni. Quindi potete farla in tre momenti diversi se  per voi è troppo lunga farla in un’unica volta.

    1.  Una prima parte riguarda i paesi in guerra, in tutto il mondo (vedi cartina).

    guerre_nel_mondo

    2.  La seconda parte riguarda le zolle tettoniche in movimento

    (scegliete l’immagine che visualizzate più facilmente e meglio).

    faglie terrestri

    plan

    3. La terza parte riguarda  le aree delle centrali nucleari in Giappone (vedi cartina)

    centrali_nucleari_giappone

    Le aree segnalate in rosso sono le centrali nucleari in azione, quelle su cui vi focalizzerete (non serve focalizzarvi su ogni singola centrale: vi basta che ne abbiate un’idea, che sappiate che sono tante e che sono dislocate quasi tutte sulle coste).

    Prima di iniziare leggetela tutta quanta.

    Quando iniziate, potete metterla  in atto anche in modo diverso, seguite le indicazioni che la vostra anima vi suggerirà al momento.

    1. Scegliamo la posizione che preferiamo, che meglio ci consente di rilassarci e concentraci allo stesso tempo e se questo ci aiuta, mettiamo un sottofondo musicale.
    2. Attraverso il respiro, raggiungiamo uno stato di Pace interiore e di Luce.
    3. In questo stato meditativo o di preghiera,
    • visualizziamo le aree del Mondo in guerra
    • e ringraziamo tutti gli uomini, le donne e i bambini che hanno dato la loro vita per una pace diversa, per la pace delle generazioni future, per far evolvere ognuno di noi e il pianeta.
    • Esprimiamo profonda gratitudine e riconosciamo loro il merito di avere contribuito anche al nostro personale risveglio.
    • Impegniamoci, dinanzi a loro ad essere creatori e operatori di pace nella nostra vita di tutti i giorni
    • e liberiamo altri uomini, donne e bambini dal portarci in futuro altre lezioni simili, dichiarando “Io ho imparato!”.
    • Chiediamo a tutti i morti per la pace, per la giustizia, per la libertà, per la dignità e a tutti coloro che, nel gioco delle parti, hanno fatto “i cattivi”, di avvolgere e abbracciare  la Terra tutta e in particolare le aree di guerra con la loro Energia di Pace, di Amore, di Luce, adesso che sono tornati oltre il velo, e sono tornati ad Essere Pace, Luce e Amore. Visualizziamo questo abbraccio di Luce.
    • E continuiamo a farlo una volta che abbiamo finito la meditazione, anche ad occhi aperti.

    4.  Spostiamo adesso la nostra attenzione al Pianeta, visualizziamolo davanti a noi,  mantenendoci in uno stato di profonda connessione con la nostra essenza di Luce.

    • Focalizziamoci adesso sulle faglie, sulle zolle tettoniche (richiamiamo nella nostra mente una delle due immagini), dove, per effetto del loro movimento e della loro sovrapposizione, si producono enormi quantità di energie che generano i terremoti e gli Tsunami.
    • Richiamiamo su queste aree tutte, quanti Angeli ed Esseri di Luce “sentiamo” di poterne chiamare, e chiediamo loro di permanere da adesso in avanti lungo queste linee dove il movimento delle zolle tettoniche produce energia, in modo da neutralizzare quella in  eccesso che non riuscendo ad essere assorbita produce le immense rovine constatate anche in questi giorni in Giappone.
    • Noi e loro, Angeli ed Esseri di Luce, siamo in rete e possiamo operare a diversi livelli per un’evoluzione armoniosa del Pianeta.
    • Visualizziamo questa Schiera di Esseri in azione lungo tutte le Faglie e tutti gli esseri umani in rete a vivere e diffondere la propria pace, perché ci sia Pace.

    5. Infine, spostiamo la nostra attenzione al Giappone e visualizziamolo.

    • Prima di tutto riconosciamo a tutti coloro che hanno dato la loro vita in questo evento che hanno fatto avanzare i Tempi, hanno partorito una nuova coscienza in tutto il Pianeta e hanno contribuito anche al nostro personale risveglio: sentiamoci “noi in loro” e sperimenteremo una profonda, immensa gratitudine per la loro scelta.
    • Adesso spostiamo l’attenzione alle tante Centrali nucleari dislocate in Giappone e chiediamo a questi uomini, donne e bambini che adesso, al di là del velo, sono Luce, Amore, Pace  e a tutti gli Angeli in nostro ascolto e a disposizione degli esseri Umani e del Pianeta 

    i.      di creare una potente energia attorno ad esse in modo da raffreddare le parti che vanno raffreddate, da neutralizzare e bloccare qualunque processo nocivo;

    ii.      di illuminare coloro che operano per la loro gestione perché compiano le azioni appropriate a disattivarle e a renderle innocue;

    iii.      di illuminare su tutto il Pianeta coloro che hanno la responsabilità in campo energetico perché vengano fatte scelte lungimiranti ed ecologiche a salvaguardia del presente e del futuro di questo Pianeta e delle generazioni presenti e future.

    • Assumiamoci adesso l’impegno di fare tutta la nostra parte al di qua del velo, per la salvaguardia del presente e del futuro ne generazioni future e del Pianeta.
    • Sentendoci parte di una grande Rete permanente, aprendo gli occhi, portiamo questa consapevolezza nel nostro quotidiano e inviamo Luce a scorrere in questa Rete più e più volte al giorno, ad occhi aperti, qui e ora.

    Un abbraccio di Luce

    Carmela

    Se vuoi puoi copiarla e inviarla come e-mail
    ad amici e conoscenti in sintonia indicando la provenienza.

    Più siamo, più è potente l’energia di Luce che agisce!